L’afta

Alberto Anticristo, “L’afta. Dramma teatrale ad atto unico”, Liverotti e Figli, Pordenone 2006, pp. 88, € 12,40, con XII pagine di appendice fotografica.

Affetto da ripetute e fastidiose afte, Alberto Anticristo, giovane arrampicatore sociale oggi disoccupato, ha avuto l’eccellente idea di scrivere una graziosa pièce teatrale in cui dialoga con Annunziata, così ha chiamato l’afta che da sette anni è ospitata accanto al molare superiore destro. Un dialogo struggente in cui il povero Alberto chiede ad Annunziata (che egli chiama affettuosamente Nella) di lasciarlo in pace e la dolce Nella che gli ricorda che quello è l’unico modo che ha per dimostrargli affetto. Un apparato fotografico con Nella in svariate pose rende più viva e veritiera quest’opera teatrale, già rappresentata in diversi oratori del casertano.

I commenti sono chiusi.