Racconti di naja

Olindo Troviani, “Rubavamo i materassi”, Storie di Naja Editore, Roma 1987, pp. 120, € 11,50.

Rubavamo i materassi

Davvero ricco il catalogo di questo editore specializzato in autobiografie sulla naja. Il volume in questione racconta di un giovane romano (l’autore stesso del libro), raccomandato in una città del nord da un sottosegretario di cui era amante, che in breve tempo diventa “nonno”. Essendo comunista, volle fare il nonno democratico, così ai soprusi degli uni riparava fomentando i soprusi degli altri. In particolare il giovane si fingeva amico di tutti per potere agire indisturbato: vittima prescelta era un immigrato calabrese raccomandato da un noto boss locale. Specialità della camerata in cui il nonno comunista operava era il furto dei materassi. Spassosissimo e, a tratti, commovente.

Precedente Contro i Simpson Successivo Straniera in patria